ARREDARE IL TUO SOGGIORNO : SCOPRI LO STILE ADATTO AI TUOI GUSTI

Industriale, scandinavo , shabby chic… qual è lo stile adatto a te? Il gusto personale è alla base della scelta dell’arredamento del proprio soggiorno e di tutto il resto della casa; importanti sono anche fattori esterni che non bisogna tralasciare in questa fase. Stiamo parlando della tipologia di abitazione in cui viviamo, della sua conformazione e delle sue caratteristiche architettoniche ed impiantistiche. Tutti questi fattori naturalmente verranno affiancati dalle nostre esigenze e i nostri bisogni.

Qui di seguito i 6 stili di arredamento più diffusi e usati negli ultimi anni

  1. SCANDINAVO 

Stile nordico che ha bisogno di conoscenza e progettazione dell’arredo.

Alla base di tutto abbiamo il materiale naturale per eccellenza: il legno; le essenze più usate sono: abete, betulla, pino, rovere e frassino tipiche dei boschi nordici. Questo elemento viene utilizzato per tutto, dai mobili ai tavoli alle sedute e soprattutto per il pavimento dove troviamo l’uso quasi obbligatorio di parquet sbiancato.

Il legno viene affiancato dalla presenza di colori chiari, primo di tutti il bianco che aiuta a dare luminosità e ampiezza agli spazi. Avendo, nei paesi scandinavi, poche ore di luce naturale questo stile si pone l’obiettivo di avere un’illuminazione interna diffusa che con piccoli accorgimenti come tendaggi chiari e leggeri e l’uso di candele rende gli spazi più usati della casa come il soggiorno vivibili durante tutte le ore della giornata.

L’arredamento segue linee pulite e geometriche e si ricongiunge all’idea del minimalismo creando ambienti funzionali ed essenziali.

Non possono mancare assolutamente le piante che trasmettono armonia e originalità

  • MINIMAL

Si tratta di uno stile moderno e funzionale che necessita di una progettazione degli spazi.

La prima regola detta l’eliminazione degli arredi superflui valorizzando la funzionalità degli spazi.

Proprio per questo si preferiscono colori chiari e tenui come bianco, grigio, tortora etc. a contrasto di queste tinte chiare, il nero viene utilizzato qua e la per definire le linee e le forme semplici dei mobili e degli accessori ma soprattutto delle lampade. Fattore di unità tra questi contrasti è il legno chiaro del parquet.

La funzionalità e l’organizzazione degli spazi crea la necessità di pareti attrezzate dedicate a tv e libreria, esplicitazione della funzionalità e organizzazione degli spazi.

Per quanto riguarda l’illuminazione si prediligono lampade di design solitamente in metallo con fasci di luce direzionali affiancate da faretti ad incasso a soffitto.

  • COUNTRY CHIC

Stile rustico in chiave moderna con soluzione abbastanza economiche.

Alla Base troviamo un mix di elementi rustici ed artigianali con altri eleganti e sofisticati

Il confort alla base di questo stile si traduce con una grande presenza di sedute come, divani, poltrone, sedie, pouf, tutte comode e che possano accogliere gli ospiti. Nella maggior parte dei casi sono sedute già vissute che, rivestite con grandi teli o in pelle, acquistano una seconda vita. Stesso discorsosi ha per quanto riguarda il mobilio per lo più in legno riutilizzato e restaurato.

Fondamentale l’uso di tappeti sia di origine mediorientale che di trama pregiata e moderna, renderanno l’ambiente più accogliente caldo e confortevole.

I colori prediletti sono colori naturali, tendenti al marrone che ricordano un ambiente di campagna.

L’illuminazione in questo caso non è così rilevante al contrario degli oggetti di decoro.

  •  INDUSTRIAL

Stile che unisce antico e moderno, esprime il suo massimo nella zona living, del soggiorno.

Il divano diventa elemento fondamentale d’arredo ed è obbligatoriamente in pelle, di color marrone un po’ usurato, in grado di far sentire gli ospiti a proprio agio. Sia il divano che gli altri arredi vengono recuperati da vecchi magazzini e fabbriche e riusati seguendo tratti vintage.

Questo stile implica l’uso di spazi aperti come vecchi magazzini adibiti a loft, le cui pareti hanno mattoni a vista che attraverso il loro colore e l’effetto “usurato” da il senso di industriale all’ambiente. Il soggiorno si riempie di librerie con scaffali in metallo che ricordano le scaffalature dei vecchi magazzini diventando delle sorte di pareti attrezzate vintage.

Il metallo lo ritroviamo anche nelle lampade di solito a stelo con altezza elevata o applique a parete che unite ai grandi lucernari dettati dalla conformazione della struttura del loft danno forza e personalità all’ambiente.

I colori più usati sono le tonalità dei marroni e dei grigi che insieme al metallo vengono contrastati con colori accesi delle decorazioni in primis le vecchie targhe pubblicitarie, gli orologi da parete e gli elementi impiantistici che lasciati a vista si trasformano in elementi decorativi.

  • BOHEMIEN

Stile personale che mixa colori materiali ed oggetti.

Uno dei suoi obiettivi è il confort per questo, si privilegia la scelta di divani comodi, accoglienti e anche un po’ consumati. Le sedute vengono affiancate da mobili, anche in questo caso, antichi per lo più in legno o in vimini che hanno delle particolarità, autenticità e dei segni distintivi.

Il tappeto, di origine orientale e realizzato a mano, assume un ruolo di rilevanza diventando quasi un’opera d’arte.

Si prediligono colori caldi delle terre come marrone, giallo e ocra che vengono associati a contrasto con colori più forti come blu verde viole oltre al classico bianco. Il mix di colori trova la sua massima espressione nelle stoffe, non solo dei tappeti ma anche dei cuscini, divani e poltrone. L’esagerazione è alla base di questo stile.

Le decorazioni preferite sono piante e fiori che posizionati in ogni dove trasmettono vitalità all’ambiente. Le piante vengono affiancate dalla presenza di oggetti che fanno parte del proprio passato che hanno un valore sentimentale, l’obiettivo è quello di dare una chiave personale allo spazio.

La fonte di luce non è più diffusa e definita ma bensì soffusa e delicata che crea un’atmosfera romantica, accentuata dall’abbondante uso di candele profumate, oli ed incensi.

  • SHABBY CHIC

Stile country-vintage. Anche qui il divano e le altre sedute devono essere comode e accoglienti di colore bianco o sfumature di beige, per lo più in tessuti naturali come lino o cotone con l’aggiunta di cuscini dai colori delicati.

I mobili, quasi esclusivamente di colore bianco o in legno chiaro/sbiancato sono pochi ma di grande personalità e impatto visivo spesso recuperati e riusati, contornati da oggetti e decori vintage, come gli orologi, e fai da te.

La scelta del pavimento ricade sul parquet che crea un senso di omogeneità, oppure su piastrelle in ceramica di colori chiari e sbiaditi.

La cura dei dettagli è fondamentale sono loro a fare la differenza. Si dà spazio sia alle decorazioni floreali, sempre sulle tonalità pastello, ma anche a lampadari di cristallo e a specchi con cornici vintage per dare un tocco chic all’ambiente.

error: Questo contenuto è protetto da copyright